venerdì 21 febbraio 2014

Questo sì che è un bel Panda!!

Rivisitazione del Pandino! sempre in versione più grande, uso pupazzino per macchina. L'ho voluto fare più cicciotto rispetto al precedente e ho applicato questi grandi occhi che danno un effetto molto più simpatico!
Questi pupazzi in amigurumi sono come i dolci, vanno fatti e rifatti prima di raggiungere un risultato soddisfacente...che ne dite? A prestissimo

giovedì 13 febbraio 2014


Ecco un'altra versione di lupetto, più grande per essere appeso allo specchietto della macchina. Infatti questo è già posizionato sulla macchina di mio figlio! Peccato non si vede in questa foto la codina, con la punta nera.
Mi adopererò per riuscire a fare un'altra foto di profilo...Auuuuuuuuuuuuuu vuol dire ciaooooooo

P.S. Saprete senz'altro che alla frase "in bocca al lupo" si deve rispondere "grazie al lupo" e non crepi...Vero?? Ciò deriva dal fatto che la mamma lupa protegge i suoi piccoli acchiappandoli con la bocca, perciò non disprezzate il lupo mi raccomando...

domenica 2 febbraio 2014

NON VIVERE SU QUESTA TERRA COME UN INQUILINO


Poesia di Nazim Hikmet, poeta turco, dedicata al figlio per esortarlo a vivere in modo responsabile dimostrando amore soprattutto verso l'uomo.

A questa poesia sono affezionata in modo particolare non solo perché ne condivido le riflessioni, ma anche perché fu regalata a mio figlio Diego, quando sostenne l'esame di terza media, dalla sua prof. di Italiano. Questo momento coincise con un periodo molto delicato della mia vita e fui perciò molto colpita da questi versi al punto di commuovermi fino alle lacrime.
La riporto molto volentieri sul mio blog, aspettando questo mese il ventesimo compleanno di mio figlio e sperando di trasmettergli il concetto che non ci si realizza attraverso la sola soddisfazione materiale, ma costruendo rapporti umani di comprensione, collaborazione e solidarietà.

"Ragazzo mio
io non ho paura di morire.
Tuttavia, ogni tanto mentre lavoro
nella solitudine della notte,
ho un sussulto nel cuore,
saziarsi della vita, figlio mio,
è impossibile.
Non vivere su questa terra come un inquilino,
o come un villeggiante stagionale.
Ricorda:
in questo mondo devi vivere saldo,
vivere
come nella casa paterna.
Credi al grano,
alla terra,
al mare,
ma prima di tutto - all'uomo.
Ama la nuvola,
il libro,
la macchina,
ma prima di tutto - l'uomo.
Senti in fondo al tuo cuore
il dolore del ramo che secca,
della stella che si spegne,
della bestia ferita,
ma prima di tutto - il dolore dell'uomo.
Godi di tutti i beni terrestri,
del sole,
della pioggia
e della neve,
dell'inverno e dell'estate,
del buio e della luce,
ma prima di tutto - godi dell'uomo.




A grande richiesta ho applicato i fiori alla mia seconda piantina grassa che, in effetti, appare più vivace!
Cosa ne dite?...

sabato 1 febbraio 2014

Il bimbo era scappato con il maialino e il lupetto vi ricordate? Ma il babbo è andato a prenderlo ed ora eccoli qui assieme!!! A parte gli scherzi, il piccolo Panda è nato come portachiavi e il grande mi è stato richiesto per appenderlo in macchina dallo specchio centrale. Difatti dovrò pensare a una catenella più robusta rispetto a quella di cotone. Lo sguardo del Babbo è un pò perplesso...Questi particolari vanno nel tempo migliorati, bisogna avere pazienza!! Salutoni